Caluso – Ist. Ubertini Convitto, Piazza Mazzini n. 4 – Interventi di manutenzione straordinaria, restauro e riqualificazione funzionale

Manutenzione straordinaria, messa in sicurezza e adeguamento degli edifici scolastici

Scheda intervento

Dati generali

Comune:
Caluso
Indirizzo:
Piazza Mazzini n. 4
Zona omogenea:
Zona 10: Chivassese
Missione:
4
Ambito d'azione:
Manutenzione straordinaria, messa in sicurezza e adeguamento degli edifici scolastici
Investimento:
900.000,00 €
Stato intervento:
In cantiere
Tempi di chiusura previsti:
fine 2024

Data ultima modifica: 29 Febbraio 2024

  • 900

    mila

    € di investimento

L’edificio è situato nel centro storico del comune di Caluso in Piazza Mazzini n° 4; la struttura denominata “ex convitto” è attualmente utilizzata come sede dall’Istituto Agrario Ubertini. Il progetto prevede interventi di manutenzione straordinaria, restauro e riqualificazione funzionale.
L’obiettivo è quindi quello di recuperare alcuni locali al primo piano, da scolastici a convitto (destinazione originaria del fabbricato), oltre concludere gli interventi previsti nel precedente progetto di risanamento delle facciate e della copertura.
Sono inoltre previsti interventi sulle facciate volti al completamento del risanamento della facciata ovest, parzialmente previsto nel precedente progetto, mediante ricostruzione delle porzioni mancanti di muratura con tecnica “cuci/scuci”, compresa la rimozione dell’intonaco ammalorato fino al raggiungimento del sostrato sano nonché la pulizia della muratura mediante spazzolatura manuale o altri mezzi adeguati e la successiva posa di nuovo intonaco traspirante a base di calce su rete porta intonaco in fibra di vetro certificata.
Si procederà quindi alla tinteggiatura di rivestimento a finire, sia interna che esterna, mediante di applicazione di due mani tinta a calce con colore concordato con la Soprintendenza.
Per tutta la facciata in oggetto e al fine di armonizzare architettonicamente il prospetto ottenendo una superficie aeroilluminante idonea a quanto richiesto dalla normativa vigente, si prevede di uniformare la tipologia di tutte le finestre con serramenti a tutt’altezza e di superficie normata, con la sostituzione dei serramenti esistenti con nuovi serramenti in legno su disegno e tipologia di questi ultimi.
Ulteriori lavorazioni di risanamento, tinteggiatura e protezione verranno realizzatI sulla facciata interno cortile, mediante analoghe lavorazioni.
Si prevede la realizzazione di spicconature, passivazioni e risanamento opere in c.a. mediante betoncini strutturali, la pulizia e la stesura di una mano di antiruggine e di smalto (colore concordato con la soprintendenza) delle strutture metalliche lato interno cortile (pilastrini e mancorrenti).
In copertura si interverrà a completamento della ripassatura del tetto (lato cantina e lato comune), non ancora risanato, con recupero dei coppi ed eventuale sostituzione di quelli danneggiati con coppi antichizzati; alla predisposizione di agganci nella struttura lignea per eventuali lavori in copertura e alla sostituzione di tutte le gronde ed i pluviali in rame.
Vi sarà l’adeguamento normativo della scala di uscita d’emergenza, sulla facciata ovest, con demolizione di parapetto in c.a. e inserimento nuovo parapetto a norma in acciaio e il risanamento delle parti in calcestruzzo ammalorate.
I lavori interni all’edificio consistono nel recupero di alcuni locali al i piano, attualmente destinati ad attività scolastiche, con riconversione a camerate del convitto, così come da progetto originale, in modo da ricavare n° 36 posti letto e nuovi servizi igienici. In particolare, sono previste n. 12 camere da letto per i 36 posti per i convittori, n° 2 camere da letto per gli istitutori, n° 5 bagni per i convittori e n. 2 bagni per gli istitutori (inserimento di nuovi sanitari e boiler per l’acqua calda).
Si prevede, inoltre, il rifacimento completo di tutti gli impianti (elettrico, idrico sanitario e riscaldamento) nella sola zona interessata dalla riconversione al i piano, con collegamento locale alle reti esistenti. Verranno realizzati nuovi massetti, pavimenti, rivestimenti, intonaci e pitture al primo piano. Si prevede l’inserimento di piattaforma elevatrice interna, di dimensioni 160 x 170 cm, per l’abbattimento barriere architettoniche a collegamento tra i locali al piano terreno ed i locali al primo piano.

ubertini-convitto-01
2021-297-1-mod