Rosta – Polo culturale e aggregativo

Piani urbani integrati

Scheda intervento

Dati generali

Comune:
Rosta
Indirizzo:
Via Bastone 34
Zona omogenea:
Zona 2: Area Metropolitana Torino Ovest
Missione:
5
Ambito d'azione:
Piani urbani integrati
Investimento:
1,802,500.00 €
Stato intervento:
In cantiere
Tempi di chiusura previsti:
30 aprile 2026

Data ultima modifica: 18 Ottobre 2023

  • 1650

    mq di area rigenerata

  • 1.8

    mln

    € di investimento

Il progetto consiste nella demolizione di un fabbricato comunale esistente, attualmente inagibile, per la realizzazione di un polo culturale e aggregativo formato da una biblioteca e da spazi di ritrovo per la socializzazione, per l’inclusione della disabilità e per lo studio. Tale nuovo polo sarà aperto a tutta la cittadinanza, con particolare attenzione alle fasce di età giovanile, così come all’uso scolastico per la didattica.

Obiettivo del progetto è accrescere l’offerta culturale per favorire l’inclusione giovanile e rendere il territorio comunale più attrattivo, accrescendone gli spazi di socializzazione.

Gli spazi creati diverranno potenziali sedi di servizi e attività sociali, anche, laddove possibile, in collaborazione con il Consorzio Ovest Solidale (COS), con finalità molteplici (contrasto al disagio giovanile, laboratori per ragazzi con disabilità, spazi utilizzabili da associazioni culturali ed aggregative): saranno cioè spazi culturali dedicati al confronto, “luoghi condivisi” per la Comunità, attorno a cui ricostruire l’incontro intergenerazionale e interculturale. A tal fine è previsto il recupero di aree e strutture esistenti vetuste e degradate senza ulteriore consumo del suolo.

Gli interventi ecosostenibili di realizzazione e di recupero degli spazi mirano altresì a potenziare l’accessibilità in favore dei disabili. I processi di inclusione e di prevenzione del disagio giovanile partiranno da interventi sui fattori sociali e relazionali da realizzarsi unitamente al COS.

Il nuovo polo di aggregazione culturale e sociale sosterrà la formazione e la crescita dei giovani, il loro inserimento sociale, con particolare attenzione ai disabili e potrà divenire area di incontro e di scambio fruibile dall’intera area del Consorzio, non limitando i propri effetti al solo comune di Rosta.

2
4